lunedì 30 agosto 2010

Un post in agrodolce

Questo è un post che non avrei voluto scrivere. E nello stesso tempo sapevo che prima o poi l'avrei fatto.
In questi giorni mi è arrivata la notizia di essere "passato di ruolo". E' una buona notizia: migliaia di insegnanti in Italia sono senza lavoro o sono costretti a vivere di supplenze. La nomina in ruolo, invece, mette più o meno al sicuro dal pantano del precariato.
Ciò nonostante confesso di non essere contento come dovrei.
Uno dei motivi è che tutto ciò significa rientrare nel tritacarne della scuola statale, dove spesso quello che conta è la graduatoria: "quanti punti hai", non quello che fai. (E' anche per questo che in questi ultimi anni ho scelto di lavorare in una scuola paritaria.)
Ma il fatto principale è che dovrò cambiare scuola. Lasciare un luogo che, dopo quattro anni, mi è ormai familiare. Lasciare un gruppo di colleghi e di allievi con i quali mi trovavo bene. (Non che tutto fosse perfetto, eh, ma mi trovavo bene.) E' una sensazione strana: un po' agra, un po' dolce.

Questo è un post di saluto. Non lo farò lungo: sarebbe troppo facile cadere nel retorico o nel sentimentale. Un saluto e via: la vita continua, la strada è lunga. Spero sarà, per tutti noi, un bel camminare.


 PS: spero anche che questo blog possa essere un luogo dove continuare a "sentirci". Vi aspetto.

14 commenti:

Anonimo ha detto...

addio prof!

Anonimo ha detto...

noooooo prof!!!!!!

Anonimo ha detto...

prof, mi dispiace...
addio

Anonimo ha detto...

No prof mi dispiace.. Sarebbe stato bello averla con noi per il nostro ultimo anno scolastico e parlo anche a nome della "futura" 3 A.
Ci mancherà e mi raccomando ci passi a trovare qualche volta :)
La Majoni

Il Mac ha detto...

Prof. volevo ringraziarla e penso che quello che dirò potrà condividerlo tutta la futura 3A
Grazie per quel pizzico di ironia che metteva in ogni lezione, grazie per averci fatto capire che lo studio è un mondo da esplorare, grazie per il perdono che lei concedeva quando sbagliavamo, grazie per i rimproveri che ci hanno aiutato a crescere, grazie grazie di cuore, e le auguro che i suoi futuri studenti possano capire meglio tutto questo dal suo insegnamento,piuttosto che quanto faccia 2+2.

Anonimo ha detto...

grazie prof per questi due anni indimenticabili ci mancherà !!! Cikke

Anonimo ha detto...

prof io l'ho saputo ora , buona fortuna!

Anonimo ha detto...

Non ci risponde prof?

Anonimo ha detto...

profff xk????? abbiamo passato solo un anno con lei!!!!

Anonimo ha detto...

O.O

Anonimo ha detto...

i compiti li dobbiamo fare lo stesso?

lady dada ha detto...

salve proff, sono magda tamborini quella della terribile terza A. lei era il mio proff preferito e non tanto per dire ma perchè era così, volevo digli che mi dispiace perchè purtroppo non potrò venire a romegli le scatole con varie domande scientifiche. spero che in qualche modo riusciremo a tenerci in contatto... sarà strano quando andrò a trovare gli altri proff non vedere lei che si cementa nella spiegazione di qualche formula scientificao matematica; però come ha detto lei la vita va avanti e non bisogna fermarsi quindi la saluto... arrivederci e grazie di tutto Magda

P.S. un saluto da parte di tutta la mia famiglia...

DavideB ha detto...

Vado a farmi un giretto di tre giorni e mezzo, giusto per sfruttare gli ultimi scampoli di estate. Torno e trovo il blog pieno di messaggi (quasi tutti anonimi, aaargh!). Poi ci sono i messaggi su Facebook, le conversazioni in chat, c’è anche chi ha voluto telefonarmi a casa. Non è valido, così mi commuovo.
Se avessi qualche frase saggia la scriverei ma fatico a trovarne. Al massimo so fare ciao con la manina e ringraziare. Tutti. (Un pochino in più quelli che si sono ricordati di firmarsi: è importante saperci mettere la faccia, o almeno la firma.)
La scuola non è sempre un luogo di cultura, non è sempre un luogo felice: a volte è inutile, a volte fa danni. Ma sempre è un crocevia di persone, che siano studenti, insegnanti o bidelli. E’ un enorme luogo di scambio: un po’ si prende, un po’ si dà. Qui sta il valore della scuola, più che nel 2+2, non ho dubbi.
Io so di aver preso molto. I messaggi che ricevo in questi giorni mi lasciano la sensazione di avere anche dato qualcosa. E che, cosa più importante, qualcuno ha saputo raccogliere.
Questo riempie di senso il tutto. Ed è per questo che ringrazio. Ma non dite “addio”, ché sono sensibile e poi faccio fatica ad addormentarmi.

PS: anche il 2+2 ha la sua importanza. (di solito fa 4, ma non è detto.)

PPS: per l’anonimo che ha osato chiedere se bisogna fare i compiti. Ho dato quattro eserciziucoli, dovresti averli già finiti da un pezzo: pedala e vai farli. Subbbito!

Anonimo ha detto...

prof!sono la carlotta:) la tua cara ex alunna che non capisce mai niente:D (per puntualizzare,ho messo la faccia e la firma!non la deludo mai nè!) comunque,sono felice per lei e per i suoi nuovi alunni.. (eheh poveri loro..a sentirla ogni giorno con le sue cavolate e le sue strane parole che anche se non hanno un senso fanno ridere lo stesso!:) ) qui nella nuova scuola mi trovo bene per ora..ho conosciuto i prof,mi terrorizzano troppo! un giorno passerò a salutare tutti i prof..mi dispiacerà non vederla dai.. e deve ammetterlo però,è rimasto l'anno scorso solo perchè voleva conculdere quella scuola con me;) dai ho già scritto troppo..un 7 ci sta:D ci si vede! un bacione! in bocca al lupo eeeh..eehh in c*** alla balena..ahah:D ARRIVEDERCI!